audiolibro

I FANTASMI DI APOLLONIA BIROT

Audiolibro

Scritto e letto da Graziella Brusa

Edito da Araba Fenice

Data di pubbicazione 2018

La storia che viene raccontata è in parte immaginata secondo la tesi che si è “fatta avanti tra le scartoffie” approdate a me in modo singolare.

Ho raccolto oltre agli eventi acccaduti anche l’invisibile bandolo della matassa che lega tutti i personaggi attraverso il tempo. In questo sono stata aiutata da una serie di diari dimenticati in un armadio, scritti da diverse penne in diverse epoche. Assomigliano a dei post caricati su una rete spirituale, da parte di anime scomparse da questa vita.

Penso che qualcuno si immedesimerà , altri rifletteranno su come cogliere l’attimo fuggente.

CARPE DIEM!

I brani audio verranno aggiunti ogni due settimane.

Musica :

Maurice Ravel (7 Marzo 1875 – 28 Dicembre 1937). Compositore francese, Pianista e Maestro. Tra il 1920 ed il 1930 fu considerato il più grande compositore francese.

Impressum_20 marzo 2021
Sinossi_20 marzo 2021
Il giorno della scoperta_20 marzo 2021

Se ti piace ascoltare la storia, CONDIVIDILA, attraverso i pulsanti che troverai qui sotto.

Grazie.

4 pensieri riguardo “I FANTASMI DI APOLLONIA BIROT”

      1. Cara Graziella, il tuo è un buon libro e l’ho letto molto volentieri. Bello il riemergere dei personaggi dal passato in un filo conduttore che attraversa due secoli e porta fino a te, destinataria finale a cui è affidato il compito di dipanare la matassa e dare un senso ad avvenimenti rimasti come in sospeso nella storia di questa famiglia. Mi è piaciuto l’alone di mistero che avvolge lo strano armadio, custode dei diari familiari, quasi una macchina del tempo che scompare e riappare, viaggiando dalla dimensione del sogno a quella reale. I personaggi sono ben delineati e rispecchiano il clima del tempo in cui sono vissuti che hai saputo ricreare sapientemente. Avrei qualcosa da dire sull’editing, ma magari ne parleremo un’altra volta. Mi hai detto che stai preparando qualcosa sui piccoli editori.

        Piace a 1 persona

      2. Grazie della recensione. Effettivamente sull’editing “casca l’asino” ed è stata una delle mie delusioni nell’approccio al mondo editoriale. In un prossimo articolo parlerò della situazione editoriale in Italia in relazione anche alla mia esperienza personale.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.