jackamore – episodio #03

di Graziella Brusa

Illustrazioni di Domenico Laghezza

Romanzo breve per coppie mature

TRA EVA E JACKAMORE

TRA EVA E JACKAMORE

Eva si rilassa nella sua sala da bagno e Jackamore (portato di peso con cuccia e tutto), di malavoglia, la ascolta, impaurito, mentre lei gli racconta i suoi desideri e le sue preoccupazioni

Eva:« Finalmente sola, mio caro Amore. Solo io e te nella mia sala da bagno.

«Ti piace la tua cuccetta imbottita? La puoi trasportare dove vuoi. E adesso sai cosa faccio? Mi immergo nell’idromassaggio, nell’acqua calda con i miei sali, con la mia maschera per il viso ben spiccicata, con i capelli unti di olio di lino per le doppie punte, e sto lì.

«Aggiungo anche un bicchiere di rosè che fa tanto Provenza e mi ricorda il mare, il profumo dei pini, il cielo azzurro. E sto Lì!

«Quanto voglio e come voglio. Tanto sono sola! Non mi guardare così, sono sempre io. Non mi riconosci?

Eva:« Certo che l’acqua calda ti scioglie, ti rilassa e la mente sta zitta, finalmente…

«Tutto il santo giorno devi apparire,

«devi fare,

«devi subire,

«digrigni i denti,

«sorridi falsamente,

«ma adesso sono solo io.

«Qui. Me stessa. Io e me stessa. No, forse solo me stessa. Ma perché se sono solo me stessa mi viene in mente l’incontro di oggi pomeriggio con quella megera della “bela Rüsin”, come la chiamo io :

imitando “la bela Rüsin”, Eva spruzza acqua da tutte le parti e Jackamore si va a nascondere nell’angolo più lontano.

Oh Eva, ma ciaoo, ma abbiamo cambiato di nuovo colore ai capelli…Oh ma che belle scarpe che hai! Mi sembri dimagrita, segui una nuova dieta?

ed io rispondo con un sorriso plastificato: «Ah! Guarda chi si vede …( ma questa non si fa mai gli affari suoi, certe volte ti sfiora e non ti guarda nemmeno e adesso è tutta smorfie. Cosa ci sarà sotto?)

«Cara, ascolta, siccome ci siamo incontrate, volevo chiederti un favore. Sai, visto che tu lavori nella filiale decentrata della Società, per non farmi correre sino là, porteresti questa busta al Prof. Negretti. Lo stiamo cercando al telefono, purtroppo è sempre irraggiungibile!

«Sperando che non legga il pensiero: (Ma perché non muovi quelle grosse e pesanti cosce e non vieni tu in F i l i a l e)…Ma certo, dammela pure, la porto io, non ti preoccupare. (Stronza!)»

«Sempre cosi, tutto continuamente nello stesso modo.

«Mi trovo sempre nei posti sbagliati nel momento sbagliato. Ma, perché?

«Adesso però sono qui, sola! Ah che bello questa acqua sulla mia pelle. Ecco devo farmi anche le unghie. Sono troppo lunghe; non si portano più così.

« Oggi ho visto Noè, il comportamentista canino.

«Per te Amore, PER TE!… Però, proprio un bel tipo. Ha un fondoschiena da urlo. Uauuu ed i pettorali, e le spalle e la bocca. Chissà cosa potrebbe fare con quella bocca!

«A proposito devo andare dall’estetista per una depilazione totale. Come le brasiliane.

«Quelle i peli ce li hanno solo in testa!

«Ho sbirciato bene Noè. È proprio ben piazzato anche lì! I jeans sono proprio una vera cartina tornasole. «Ti fanno immaginare delle cose!

«E poi dicono questi toy boy e allora?

«Occorre ancora vergognarsi di questo? Gli uomini lo fanno da sempre.

«Adesso possiamo anche noi, anche dopo una certa età perché siamo meglio delle ragazzine dalla testa vuota.

«Perché adesso esiste la terapia ormonale sostitutiva.

«Siamo più seducenti, più intelligenti, ne sappiamo di più.

«Eh già! Ma io cosa voglio in fondo, Amore?

«Voglio scoparmi il bel Noè?

«Voglio essere Eva, la donna super efficiente ed al passo con i tempi?

«Lo fanno tutte con i ragazzini ormai. È la moda!

«Ma guarda che bei piedi che ho!

«Magri, flessuosi e sexy. Dicono che i piedi siano simboli fallici ed i miei sono proprio fantastici, con quelle caviglie sottili ed i tacchi alti.

«…Tutto il giorno con i tacchi alti, tutto il giorno con i talleur aderenti che non ti lasciano respirare. Tutto il giorno truccata, pettinata, profumata. Una donna da vetrina.

«Ma io non sono così. Faccio una fatica immane ad essere così.

«Dormi Amore, dormi tu che puoi.

«Io rimango ore sveglia la notte per i dubbi che mi assalgono, per un’angoscia strana che mi stringe lo stomaco, per le caldane e gli ormoni impazziti.

«Ah!La menopausa. Se me l’avessero raccontato non ci avrei creduto; tuttavia nessuno ti descrive quello che si prova. Troppa vergogna.

«Omertose! Le donne non dicono mai quello che sentono! E poi si lamentano che non le comprendono.

«Ma il Mondo non sa cosa prova realmente una donna.

«Non sa cosa prova a 15 anni, né a 25 anni, né a 35 e tantomeno a 55.

«Nessuno lo sa e le donne non dicono. Stanno male e comprano un sacco di cose inutili.

«Sai Amore chi sa come stanno le donne?

«I grandi marchi della moda, la cosmetica, le SPA, tutto il business che ruota intorno al genere.

«Loro lo sanno e ci fanno spendere i soldi che noi guadagniamo con le nostre carriere costruite con lotte da ring e sacrifici enormi.

«Per cosa? Per le nuove scarpe di Gucci o per andare da quel chirurgo plastico che l’anno scorso ha eliminato con il suo bisturi d’oro le rughe da gallina della moglie del migliore amico di tuo marito.

«E se ti dicessi mio bel Amore addormentato che a me le rughe piacciono, che i miei fianchi così rotondi non mi fanno ribrezzo, anzi li adoro. Tutto questo ti dona pienezza, dicono che sei vissuta e sei vera.

Eva emerge con la testa dalla jacuzzi cercando Jackamore che si è incuneato sotto il termosifone di design ed ora dorme beato.

«Ma che lo dico a fare a te, tu sei un cane.»

Se ti è piaciuto il terzo episodio di JackAmore, CONDIVIDILO e COLLEZIONA gli episodi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.