callas à paris

Poesia di Marco Cavallero

Illustrazione di Domenico Laghezza – Ritratto di Patrizia Scintu

Voci recitanti:

Patrizia Scintu, attrice professionista e percussionista

Chiara Baruffaldi, studentessa di canto e recitazione

Entrambe hanno frequento corsi di teatro e la Scuola di Doppiaggio di Brescia

Le storie di Nina

Classificazione: 1 su 5.

Palais Garnier splende
Della sua solita follia eclettica
Dagli ascensori Liberty
Una folla di folli melomani
Si accalca da ogni parte d'Europa
E popola una sala già gremita
Ciascuno con il proprio dono d'amore
La Divina
Colei che si fece Melodramma
Sarà una volta ancora Norma
Intorno, la ville de Bohéme
Et de la Dame aux Camélias
Si è fatta coacervo di un'altra vita,
Banlieue, l'Olimpia, il Concorde,
Frenesia di vetture
La moda a poco prezzo
La televisione.
Bianconere immagini fluorescenti
Tremulano gli scandali del giorno
La BB francese, le cantine del jazz,
Il tramonto dell'esistenzialismo
La nascita di una nuova rivolta
La Callas e Onassis.
Dietro le quinte
Nell'anima oscura e segreta del teatro
Una costumista
Umile, solerte e premurosa
Cerca di vestire la cantatrice
Ma lei, riversa
Geme
Affranta dai dolori intercostali
Come nella peggiore delle opere
L'amante greco irrompe
E nell'alterco percuote
E ancora
E ancora
….
La brava donna non può credere
A ciò che vede
Ma in gola le muore ogni parola
Ligia al suo ruolo comprimario.
Nella sala, gli ori bruniscono
Alle luci che si smorzano
Mentre i gioielli lanciano bagliori
Come i cuori in attesa.
Loro non sanno
Che la vera tragedia si compie altrove
Che il teatro ha un'anima segreta
Tanto, che mai traccia di quella miseria
Possa arrivare in palcoscenico.
La voce di Maria è un sussurro.
Nessun sostegno la conforta
E si spegne prima di raggiungere
Il suo sovracuto.
La folla si macera, nello struggimento
E nella nostalgia di quella nota mancata
Al second'atto l'arioso dei teneri figli
È un canto orfico d'oltretomba
Effimera illusione di una rinascita
Al duetto l'impietoso confronto con Adalgisa
Spegne in lei ogni forza
E il sipario cala su un'opera incompiuta.
Mentre si prepara per la Carmen,
Denise Scharley esterrefatta
Ascolta dalla buona costumista
Il racconto del dramma compiutosi
Nell'anima segreta del teatro
E lo custodisce nel suo cuore.
….
Molti anni dopo, un luminare
Rompe il segreto d'ufficio
E rivela la cagione della tua sofferenza
Essa ha un nome greco
Ed è rara come lo è stata
L'arte tua, e altrettanto incurabile.
Sulle bancarelle trovai
Questo vinile
"Callas à Paris "
Che tutta questa storia pareva
Avere impressa in copertina
Gli oggetti hanno questo di sorprendente
Che in essi il tempo si è fermato.

Ti è piaciuta ? Condividi o regalala ai tuoi amici!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.